Vantaggi VR Formazione

Plus della realtà virtuale applicata all’apprendimento

La realtà virtuale applicata all’apprendimento riesce in certe condizioni a rispondere meglio alle esigenze dell’utente rispetto a quella tradizionale e, talvolta, anche a quella online classica.

Si è immaginato un sistema pensato per università ed altri enti/società di formazione che consente di riutilizzare i video didattici già a disposizione dal formatore in chiave realtà virtuale (VR). Rappresentano quindi un nuovo modo di fruire i video tradizionali, bypassando il normale schermo di un PC, rendendo l’esperienza immersiva.

Lo studente viene infatti calato all’interno di un ambiente immersivo virtuale. L’aula può essere piccola come una stanza oppure grande come un cinema. Non ci sono limitazioni. Ad esempio potrà essere la riproduzione di un’aula semicircolare brandizzata con il logo dell’università.  Grazie all’utilizzo di visori l’utente avrà la sensazione di essere realmente lì.

All’interno dell’aula lo studente se abbassa lo sguardo vedrà il proprio corpo seduto su una sedia, mentre davanti a sè troverà una scrivania  e uno schermo. Nello schermo sarà “proiettato” il video didattico tradizionale (quello dell’Università). Ma non solo.

Sarà possibile arricchire l’esperienza con elementi didattici aggiuntivi di natura multimediale. Se il docente parla di un dato argomento sarà possibile far apparire scene realistiche relative a quell’argomento. Se si parla del Colosseo,per fare un esempio, l’utente potrà essere “catapultato” dentro il monumento. Se si tratta delle leggi di Newton potrà essere mostrato l’interazione tra due corpi che si scontrano con le relative formule. Se il docente fa una lezione su modelli matimatici o economici, la matrice può apparire davanti allo studente come se fosse un ologramma. In ambito ingegneristico possono essere riprodotti edifici, costruzioni, macchine o parti di esse. In sostanza non ci sono limitazioni.

Un sistema del genere presenta vari vantaggi sintetizzati nella tabella sottostante.

 

Comments are closed.