Layout VR desing (VR)

La realtà virtuale può essere utilizzata per valutare preventivamente layout produttivi/commerciali.

  • Progettazione interna: il team di progettisti avranno uno strumento realistico per verificare la resa delle scelte effettuate. “Entrando virtualmente dentro” il layout immaginato saranno in grado di rendersi conto di difetti, soprattutto a livello di proporzione/dimensione, che potrebbero sfuggire modello 2D/3D;
  • Commitment: la visualizzazione in VR sarà utile per coinvolgere e allineare sui risultati attesi il Committente, riducendo il rischio di richieste di varianti in fase di post-produzione;
  • Engagement Clienti: tramite la VR è che è possibile sottoporre il progetto approvato dal Committente a focus group di potenziali utenti/clienti per valutarne l’impatto, anche emotivo, e operare le modifiche che eventualmente si dovessero rendere necessarie prima della messa in opera.

In tutte le fasi che precedono l’implementazione del progetto la VR può quindi essere uno strumento in grado di allineare, generare commitment, far risparmiare tempo e risorse per la riprogettazione o la modifica esecutiva. Senza considerare che il modello VR di un retail store può rappresentare un “prodotto” a sè stante utilizzabile in chiave promozionale/comunicativa e di brand awarness, tema sempre più importante in considerazione della progressiva integrazione a valle compiuta dalla aziende.

Per quanto riguarda i layout produttivi può essere una soluzione utile principalmente a fini didattici in corsi di operations/SCM. Ma anche in questo caso la modellizzazione VR può supportare la progettazione e l’individuazione preventiva di eventuali problematiche.

 

 

Comments are closed.